Avvelenato da mani umane, quelle stesse che lui ha cercato e salvato. Così è morto Kaos, il pastore tedesco, di poco più di tre anni, impegnato nel salvataggio delle vittime del terremoto del Centro Italia. Del resto, era solo, un cane, che importanza ha per l’essere umano che ad Amatrice,Read More →

La C.N.Ar., Commissione Nazionale Arbitri, ha pubblicato il nuovo organigramma dei ruoli arbitrali per la stagione 2018/2019 e una delle prime cose che saltano all’occhio è la provenienza geografica dei direttori di gara. Tra i 13 selezionati per il nuovo Top12 il meridione è rappresentato dal solo beneventano Vincenzo Schipani,Read More →

La FIR, Federazione Italiana Rugby, ha reso noto stamattina la composizione degli 8 gironi di serie C e le relative formule, diverse a seconda dei gironi. Per quello che interessa le società a noi vicine, il girone H, la Fir, come ormai accade da diverse stagioni, ha suddiviso il gironeRead More →

È stato presentato ieri sera, al Teatro Ideal di Ragusa, “Si può fare!”, il volume che raccoglie i testi teatrali della scrittrice catanese Antonella Sturiale. Presenti anche l’attrice Federica Bisegna, il regista Vittorio Bonaccorso, che hanno recitato insieme al compianto Marcello Perracchio in “Fantasticheria”, l’adattamento teatrale della novella di GiovanniRead More →

Le conseguenze della dura politica del governo americano sull’immigrazione che da tempo avanza al grido di ” tolleranza zero” sta separando le famiglie che raggiungono il confine tra Stati Uniti e Messico. I figli, anche piccoli, vengono strappati dai propri genitori che stanno cercando e sperando in una nuova vitaRead More →

La sezione ExtraVolume del festival “A Tutto Volume” ha regalato ai lettori delle chicche da poter gustare con la consapevolezza che la letteratura, quella classica, prima o poi ritorna. E’ il caso del romanzo “Rhome” della giovane Serena Poidomani, già vincitrice, ad appena 10 giorni dalla pubblicazione, del primo premio del ConcorsoRead More →

<<Ogni giorno provava e riprovava a fare l’incantesimo a quella immagine. “Torna, torna, non te ne andare, per favore, ti prego, uomo buono, resta qui” diceva e ripeteva a voce bassissima, mormorando continuamente le parole magiche, aspettando che il desiderio si avverasse>>.  Sono le parole bisbigliate da una buffa bambina,Read More →

Prigionieri, ridotti in schiavitù, vivevano e lavoravano in condizioni disumane. Gli ultimi casi, venuti alla luce della cronaca, riguardano le campagne siciliane. Trapani e Ragusa. Venivano pagati 3 euro al giorno, nelle coltivazioni di Marsala, pane secco per cibo e senza riposo. Dall’alba, per dodici ore, nei vigneti e oliveti.Read More →