Siria, una guerra senza regole e senza pietà dove i bambini si sono abituati alla violenza. L’ingiusta violenza imposta dagli adulti. Guardano il cielo, mentre gli aerei bombardano. Ma quando non arriva dall’alto è la stessa strada a essere un pericolo, ordigni inesplosi restano una delle principali minacce per loro.Read More →

Incanto, assuefazione, comprensione… silenzio. Un grande capo dovrebbe utilizzare parole adattate, che provochino questi effetti in modo da poter attrarre il pubblico e farlo riflettere sulle azioni passate e future e spingerlo verso orizzonti nuovi in cui il prossimo, la solidarietà e la parola “aiuto” sono messi al primo posto.Read More →

I disordini sono nati sembra quasi del tutto inaspettatamente, hanno preso un andamento immediatamente violentissimo con molte vittime e poi sembrano essersi esauriti di colpo sostituiti da oceaniche manifestazioni di sostegno al regimeRead More →

I rapporti fra Usa e Iran sotto la presidenza di Obama erano andati sempre migliorando fino a raggiungere un accordo di massima sul nucleare che, seppure impopolare nell’opinione pubblica iraniana, sembrava aprire la strada a una normalizzazione e una conseguente collaborazione. I presupposti c’erano tutti. Read More →

  La notizia dell’esclusione della teoria dell’evoluzionimso dai curriculum dei licei turchi ha fatto il giro del mondo sollevando ovviamente sdegnose commenti in Occidente e allontanando ancora di più l’adesione della Turchia alla UE, se mai ce ne fosse stato ancora bisogno. Cerchiamo di approfondire e contestualizzare la notizia. InRead More →

    Hassan Rouhani è stato rieletto presidente dell’Iran vincendo le elezioni con l’ampio margine del 67% circa, battendo il suo principale avversario Raisi. Generalmente lo schieramento che ha sostenuto Rouhani viene definito come riformista in contrapposizione a quello conservatore del suo avversario. Sarebbe più corretto parlare, però, di pragmatici:Read More →

Pagina 1 di 3612345...102030...Ultima »