Non c’è due senza tre. La notizia è fresca, dopo Bossi senior e junior ora è la volta di Rosy Mauro. Espulsa dalla Lega, sentenzia Mentana. Verdetto unanime del consiglio federale del Carroccio che impegnato in una botta di riqualificazione della propria immagine sacrifica la leader del sindacato padano. La Mauro sarebbe stata espulsaRead More →

L’articolo 53 della Costituzione recita:«Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva. Il sistema tributario è informato a criteri dI progressività». Un principio sacrosanto che, molto spesso, è disatteso, soprattutto negli ultimi provvedimenti legislativi “anticrisi”. Un esempio di tradimento del dettato costituzionale è ilRead More →

Durissimo è stato Monti quando ha ribadito che il governo non vuole la concertazione con i sindacati, come se la concertazione fosse una sorta di inciucio che sporcasse il biancore lucente di questo governo. Ma l’inciucio il governo ed il Parlamento lo hanno fatto con i tassisti, con i farmacisti, conRead More →

Il Presidente Monti sta facendo un lungo viaggio in Asia allo scopo di fare propaganda -come afferma- alla “nuova”Italia e per convincere ad investire nel nostro Paese strombazzando la sua riforma del mercato del lavoro che, costi quel che costi, presto sarà fatta e consentirà facili assunzioni a buon mercatoRead More →

Nella vicenda della riforma del mercato del lavoro colpiscono alcune stranezze che la rendono peculiare e le danno un inquietante carattere patologico. Mi sono domandato perché dal momento che il governo attribuisce la necessità di riformare l’art.18 ad una pressione della BCE e dei mercati internazionali non accetta la propostaRead More →

La riforma del lavoro vista da due  organi d’informazione. Bianca Berlinguer apre il notiziario di Rai3 con con le parole “pronto lo sciopero e gelido l’equilibrio raggiunto, ora la parola al Parlamento”. Enrico Mentana :” E’ il primo giorno di primavera, giornata molto forte per quanto riguarda l’accordo sul mercato del lavoro,Read More →

Nel decennale della morte di Marco Biagi mentre mi  unisco a coloro che  condannano l’assassinio quale arma di punizione o di risoluzione di problemi politici o sociali, mi dissocio da quanti, a cominciare da Napolitano, strumentalizzano la ricorrenza della tragedia  per esaltare i valori e le scelte che lo studioso fece.  Valori eRead More →

Sotto la guida di Napolitano le celebrazioni del 150° dell’Unità di Italia hanno fatto una rilettura reazionaria, retorica, oscurantista di una storia che va riraccontata di sana pianta e che è stata la storia di annessioni più o meno violente aiutate dalla Francia a favore del suo Stato satellite dellaRead More →

Ieri il PdL ha fatto saltare l’incontro tra il Presidente del Consiglio Mario Monti e i segretari dei partiti che sostengono il suo Governo, nel quale si sarebbe anche dovuto discutere di Rai e giustizia. Il messaggio del partito di Berlusconi è stato chiaro: tu stai lì solo per fareRead More →

Ho votato al gazebo di Via Campolo dopo aver fatto la fila per oltre un’ora. Una fila che si rinnovava continuamente con l’arrivo di nuove persone. Una partecipazione importante di elettori tutti disciplinatamente in attesa del proprio turno muniti di euro, tessera di identità e certificato elettorale. Trascrivo le impressioni cheRead More →

Tanti, tantissimi sono gli incontri trai vari capi di Stato europei. Tante, tantissime parole che vengono spese sul tema dell’economia, del rigore, dei sacrifici, dello spread. Mai che si parli di povertà, quella vera, quella che fa crescere le gente alle mense dei poveri, quella discreta che viene tenuta nascosta,Read More →

Secondo la Costituzione, la nostra non è una democrazia diretta, ma il popolo esercita la propria sovranità tramite i propri rappresentanti in Parlamento. Ma se Camera e Senato sviliscono o tradiscono la loro funzione, negano le prerogative dei cittadini, la democrazia svanisce, muore. Per la funzione che ricoprono e perRead More →

“L’articolo 49 della Costituzione italiana dice testualmente: Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale, pochi sanno che i partiti politici non hanno disciplina sociale e dunque sono finanziati da fondi pubblici”. Questo l’incipit del programma quotidiano ”Read More →

Quando escono da Palazzo Chigi, dopo il summit, Berlusconi, Alfano, Monti e Letta hanno le idee chiare, accelerare la riforma del lavoro. L”ex premier ci ha messo lo zampino. L’incontro ha avuto il chiaro intento di allontanare il Pd dal governo tecnico. Da qualche giorno Berlusconi, uomo dalle mille sfaccettature,  haRead More →

Si sta formando a “sinistra-sinistra” una grande alleanza, una “lista civica nazionale”, un listone, che comprenderebbe Di Pietro, il sindaco di Bari Emiliano, Ferrero, De Magistris, Pisapia, Zedda, ma forse anche  Montezemolo, l’imprenditore palermitano Zamparini, persino Tremonti (che ora fa il socialista) ed altri in cerca di notorietà. Una grandeRead More →