L’amministratore delegato della Fiat straparla. Le notizie che gli arrivano dall’interno della Fiat e lo scarso entusiasmo che il suo piano di robotizzazione umana e abolizione dei diritti costituzionali ha suscitato anche in parte della stampa tradizionalmente schierata dalla sua parte  lo hanno innervosito. Proclama ai giornali che, se non siRead More →

Il referendum operaio sull’accordo-capestro di Pomigliano non è un referendum. Sarebbe tale se i lavoratori che voteranno, rifiutando l’accordo separato, aprissero la strada ad altro e diverso accordo. Non è così. Se il referendum  sarà bocciato la Fiat non farà l’investimento e lascerà la Panda in Polonia. Questo è stato dettoRead More →

A quanto pare il no della Fiom ha  messo in agitazione l’establishment italiano che ha difficoltà a reggere la scelta Fiat  senza unanimità di consensi. Soltanto l’unanimità può nascondere la profonda ferita ai diritti arrecata dal documento Marchionne. La scelta della Fiat sottoscritta da tutti i sindacati esclusa la Fiom è troppo dura, troppo pesanteRead More →

Bisognerebbe che Marchionne spiegasse perché sposta la produzione della Panda dalla Polonia a Pomigliano nonostante le vantaggiose condizioni di cui ha finora fruito e non solo per i bassi salari ma anche per le brutali regole  imposte ai metalmeccanici polacchi che  certamente stavano assai meglio e godevano di ogni diritto nel regimeRead More →

Dopo il comunicato della segreteria del PD  di disponibilità alle brutali ingiunzioni della Fiat ai lavoratori di Pomigliano speravo che la CGIL non vi si adeguasse ed  intervenisse a difesa della posizione  Fiom. Non è stato così e si sta ripetendo la situazione che portò al traumatico accordo per l’Alitalia. Allora laRead More →

Rifletto su Gramsci sul suo lascito politico e mi domando perché è la citazione preferita dei comunisti che ne richiamano il pensiero quando affrontano questioni cruciali del nostro tempo. Credo che la ragione, la causa di tanta attualità del suo pensiero, sia dovuta alla sua eresia. Gramsci, fondatore del PCI,Read More →

Alessio Vinci nell’ultima puntata del programma di attualità, esordisce affermando che Matrix quest’anno è iniziato parlando della libertà di stampa e si conclude ancora (con il confronto con gli ospiti) sullo stesso tema. La puntata si apre con le dichiarazioni di Berlusconi che avrebbe voluto una stretta più severa: “NonRead More →

Non bisogna essere economisti per capire come questa manovra proposta dal governo e non osteggiata dal PD serve a fare galleggiare l’Italia dei privilegiati per traghettarla oltre questo tornante della storia (come dice l’enfatico Tremonti) e giungere alla meta di una nuova “normalità” con i ricconi sempre più ricconi eRead More →

Ho sempre avuto il sospetto che nel “Potere”, intendendo per questo quanti sono in grado di gestire le leggi e gli Stati, non ci sia mai stata una grandissima voglia di punire i pedofili. È come se ci fosse una sorta di organizzazione segreta nei recessi più importanti e piùRead More →

La signora Marcegaglia si è dichiarata parzialmente scontenta delle misure adottate dal Governo dell’amico Berlusconi che la vorrebbe al Ministero dell’Industria e per questo si è esposto ad una figuraccia all’assemblea della Confindustria. Dichiararsi scontenti è per la Confindustria una tecnica lungamente e monotamente sperimentata. Se esaminano le sue risoluzioniRead More →

Gli alti lai delle Regioni contro la manovra proposta dal Governo sono del tutto ingiustificati. Le Regioni, approfittando dei loro poteri e sfruttando l’ideologia delle privatizzazioni hanno creato da almeno dieci anni a questa parte e continuano a creare una oligarchia fatta di oligarchetti della parapolitica e inventandosi enti pubblico-privati amministrati da consigliRead More →

“Un lavoratore (operaio o impiegato) è una persona che svolge un’attività manuale o intellettuale a scopo produttivo, in cambio di un compenso; generalmente il termine è riferito a coloro che prestano l’attività lavorativa alle dipendenze di un datore di lavoro”. “L’Imprenditore svolge (non presta) la sua attività in vista diRead More →

Il Presidente della Repubblica, con il fiato sul collo della contestazione leghista, si sforza di fare del 150° anniversario dell’unità d’Italia un avvenimento patriottico, in grado di infiammare i cuori degli italiani, di convincerli della grande forza morale che ci viene dal Risorgimento e dai suoi protagonisti da Garibaldi a Cavour.Read More →

La questione dei fischi a Bonanni, Angeletti e Sacconi è ritornata più volte nelle scuse della CGIL. Sacconi addirittura si aspetta un  sms di Epifani! Non dico che Epifani avrebbe dovuto fare come Craxi al Congresso di Verona che dichiarò che se fosse stato presente si sarebbe unito ai fischiRead More →

Molta eco ha destato la reazione di Pierluigi Bersani alle critiche rivoltegli in “Anno Zero” da Marco Travaglio in una delle sue note lette tutte di un fiato e sempre pungenti per il potere.  Bersani ha chiesto “rispetto” con tono assai fermo. Si era notevolmente innervosito per le difficoltà dell’incontroRead More →