Riportiamo la traduzione dell’articolo che al Jazeera dedica alle elezioni italiane. In genere il mondo arabo ha scarse simpatie per Berlusconi sia per la politica restrittiva contro le immigrazioni che per la maggiore vicinanza ad Israele. .Tuttavia al Jazeera si segnala sempre per la imparzialità e oggettività dei suoi commenti .Read More →

L’appello di ieri della Cei per un voto contro l’aborto è stato corretto dalla precisazione di un gruppo di vescovi liguri e dallo stesso cardinale Bagnasco in una dichiarazione che suona strana e strumentale nello stesso tempo.  Forse i sensori della Chiesa avevano avvertito perplessità nell’elettorato italiano. Che cosa c’entraRead More →

La vicenda ancora aperta dell’allegato lavoro (legge 1167) pone un problema di salvaguardia dei diritti dei lavoratori da affidamenti ed accordi che possono essere dati o stipulati dalle Confederazioni Sindacali in loro nome. Cisl ed Uil difendono la legge licenziata dal Senato. La Cisl si spinge fino ad insultare comeRead More →

Il Ministro Sacconi ha lamentato un “fastidio alla schiena” causatogli dalle critiche alla 1167 di cui è padre gelosissimo. Ha fatto anche sapere che non “tollererà” nessuna modifica. La creatura che ha partorito è perfetta e coloro che oggi la osteggiano se ne pentiranno come hanno fatto per la loroRead More →

La manifestazione di sabato per fermare il deterioramento della democrazia e gli abusi della cricca che si è impadronita dello Stato è stata un successo, una boccata d’ossigeno tra i miasmi della crisi. Un Ministro della Repubblica che afferra per la collottola un giornalista per una domanda non gradita rivolta a Berlusconi. Un altro MinistroRead More →

Oggi lo sciopero generale della CGIL, nonostante la cocciuta resistenza burocratica della sua nomenclatura che, attraverso la Camusso, ha escluso la questione dell’art.18 dagli obiettivi fondamentali da rivendicare, sarà attraversato da una grande corrente di inquietudine e di rabbia per la legge approvata dopo un’incubazione durata due anni. La legge 1167 siRead More →

Una delegazione della federazione della Sinistra capeggiata da Paolo Ferrero si è recata  dal Capo dello Stato per chiedere di non firmare la legge 1167 approvata la sera del 3 marzo scorso dal Senato in via definitiva. Una legge che fa scempio dell’art.18 e riduce i diritti di cittadinanza dei lavoratoriRead More →

Non credevo proprio  che la giornata di ieri, aperta dalla dichiarazione del Sen.Treu di denunzia dell’attacco all’art.18 dello Statuto dei Diritti dei Lavoratori, si sarebbe chiusa con l’approvazione della legge voluta da Sacconi e dalla destra che controlla il Parlamento. Lo stesso Senato che ieri ha saluto con un applausoRead More →

Le acque sono state mosse dal Senatore Treu, giuslavorista, già ministro del Lavoro, ispiratore del famigerato “pacchetto treu” che iniziò la demolizione alla grande del diritto del lavoro in Italia dopo gli anni d’oro dello Statuto dei diritti che aveva garantito pace sociale, dignità ai lavoratori, sicurezza alle loro famiglie,Read More →

Ieri bellissime manifestazioni di lavoratori migranti hanno conquistato l’attenzione ed il rispetto di tanta parte dell’opinione pubblica italiana. La RaiTV  ed i massmedia, per una volta, hanno assolto a un servizio di informazione decente che ha fornito elementi essenziali di conoscenza. È stato detto quanto il lavoro degli stranieri concorraRead More →