Alla fine, Grillo aveva visto giusto ed ha ottenuto, in parte, quel che si proponeva. L’azione politica del M5S ha funzionato come una inesorabile lente d’ ingrandimento sul verminaio che, da anni, si annida nelle viscere del pd. Si è palesato, in tutto il suo squallore, sotto i riflettoriRead More →

Gentilissimo Presidente, prima di tutto mi scuso per la confidenza del titolo della lettera che Le indirizzo ma, da uomo mediatico quale Lei è, comprenderà certamente che il titolo è importante almeno quanto i contenuti se si vuole attrarre i lettori. La lettera personale che Le indirizzo prende spunto dalRead More →

Finalmente se n’è andato. Finalmente ce ne siamo liberati. Ma non per “senso dello Stato”, come sostengono in tanti. Piuttosto per senso del portafogli. Si è reso conto cioè che ancora qualche giorno a Palazzo Chigi e le azioni dell’azienda di famiglia sarebbero diventate carta straccia. L’importante era comunque girareRead More →

Masochismo politico mentre sto scrivendo non è dato sapere quale sarà il comportamento del PDL e dello stesso Berlusconi sulla candidatura di Mario Monti come Presidente del Consiglio di un Governo tecnico (che affronti urgentemente la crisi italiana). La giornata di ieri, a Palazzo Grazioli, deve essere stata più drammaticaRead More →

Berlusconi, dopo il voto di ieri pomeriggio, promette le dimissioni ed il Quirinale (con la saggezza dell’uomo politico “navigato” che contraddistingue il Presidente della Repubblica) esce con un documento, quanto mai opportuno, che rende ufficiale questa affermazione. La promessa diventerà fatto concreto dopo l’approvazione della legge di stabilità, con leRead More →

“Gente ci siamo sbagliati. Dalla crisi non usciremo con Contributi, aumenti dell’Iva o slittamento del pensionamento. No, i soldi per la manovra li prenderemo agli evasori. Anzi, diciamo di più: per chi evade ci sarà anche il carcere”. E tutti a battere le mani, a dirci che finalmente si faRead More →

Ammettiamolo, aveva ragione Lui. Perché, dopo averla negata per anni, se adesso si sta giocando sulle misure da prendere per superarla: aumento dell’Iva, no, meglio il contributo di solidarietà per i redditi superiori a novantamila euro, no, meglio su quelli oltre i duecentomila euro, no, meglio non far riscattare ilRead More →

Nel febbraio del 2007 il giudice Vittorio Metta è stato condannato a 2 anni e 9 mesi perché corrotto da Cesare Previti, all’epoca avvocato di Fininvest, per annullare il lodo arbitrale che assegnava a Carlo De Benedetti il controllo della Mondadori, favorendo in questo modo Silvio Berlusconi. Un paio diRead More →