Astenersi dall’usare una lingua che è sessista, denigratrice e violenta verso le donne è non solo essere “politically correct” come alcune figure politiche (Donald Trump) cercano di convincerci. Astenersi da una lingua misogina e sessista è come astenersi dal denigrare continuamente un gruppo specifico di persone. Le parole hanno unRead More →

Maschile, femminile e neutro: il genere nella lingua. “La giudice” (The Female Judge) di Paola Di Nicola è un testo permeato dal tema della lingua e dalla supposta neutralità che le istituzioni (ma non solo loro) attribuiscono al genere maschile che non è neutro. “Judge” è un nome “epiceno” cheRead More →

Poco a poco le donne si sono assicurate ruoli professionali che erano precedentemente inottenibili. Poiché le posizioni importanti nel governo e nella società erano una volta riservate agli uomini molte lingue non hanno mai stabilito una forma femminile per certi titoli professionali. Come si adattano le lingue a questa nuovaRead More →