Il presidente Hu Jintao ha annunciato, a sorpresa, che la Cina andrà a Washington al summit del 12 e 13 aprile sulla sicurezza nucleare e l’ Iran d ha avuto anche una lunga conversazione telefonica con Obama. Il fatto è stato interpretato come prove di disgelo fra America e Cina. In realtà la posizione politica cinese sul problema nucleare dell’Iran non è cambiataRead More →

La recente escalation di violenza a Gerusalemme non fa ben sperare per la futura coesistenza in città, tra i due popoli ma potrebbe inaugurare un nuovo ciclo di conflitto con conseguenze di vasta portata in tutta la regione. Israele non avrebbe potuto essere più decisa nella sua sua ‘giudeizzazione” della città: sin dalla occupazione del 1967.Read More →

la vera ragione probabilmente è molto più realistica,da ricercarsi in una difficile partita diplomatica fra le due super potenze.
L’incontro è stato, infatti, preceduto dalle proteste per la censura su Google considerato dalla Cina come un indebito intromissione nei suoi affari interni, soprattutto dalla fornitura di armi al Taiwan visto come un tentativo per ostacolare i grandi sforzi che la Cina sta facendo per riunificare la sua ultima provincia ancora separata.
Read More →

Non si raggiungerà l’obiettivo ottimale cioè l’assistenza sanitaria di stato per tutti i 47 milioni circa di cittadini americani privi dell’assicurazione medica privata, sistema prevalente in America, ma comunque si sono ottenuti dei buoni risultati. Il Senato ha dato il via libera alla riforma. Si tratta di un momento storicoRead More →

Anche i volontari spagnoli di Greenpeace si danno molto da fare con attività interessanti mirati alla salvaguardia dell’ambiente.  Mentre a Barcellona si stavano concludendo oggi i negoziati sul clima, Greenpeace ha aperto uno striscione con scritto “CAOS CLIMATICO, DI CHI E’ LA COLPA?” sulla famosa statua di Cristoforo Colombo cheRead More →

La crisi iraniana sul nucleare ha preso improvvisamente un andamento potenzialmente destabilizzante che potrebbe portare ad avvenimenti drammatici come quelli conseguenti all’11 settembre o alla invasione del Kwait :soprattutto si teme che, poiché una azione militare, per essere efficace, deve essere imprevista, questa possa scattare in qualunque momento, all’ improvviso
Cerchiamo di passare schematicamente in rassegna i fatti e le interpretazioni senza dare giudizi
Read More →