Pubblichiamo la lettera che Sebastiano Milazzo ha scritto alla direttrice della Biblioteca Nazionale di Firenze. Nel frattempo, Sebastiano è stato trasferito, per “punizione”, perché, come ergastolano, aveva semplicemente rivendicato il suo diritto a stare da solo in cella, nel carcere di Carinola.Read More →

Ecco cosa ci ha detto stamattina un detenuto di una sezione “speciale” del carcere di Augusta prima di iniziare la proiezione settimanale del film nell’ambito della nostra attività di volontariato. Questo signore “ristretto” (preferiamo questa denominazione a quella usuale di “detenuto” o “carcerato”) ha presentato questo suo progetto, di cuiRead More →