La Turchia è la patria di più di 82.600 moschee e sono tutte disegnate da uomini eccetto una, la moschea Şakirin a Istanbul, co-creata da Zeynep Fadillioglu, cinquantanovenne interior designer turca, la prima donna al mondo ad avere progettato una moschea. La moschea, l’esterno della quale è stato progettato dall’architettoRead More →

Il titolo lascia un attimo interdetti: sarà un libro porno, sicuramente, che altro? Se leggete il titolo originario, “The bone” (l’osso), lo sconcerto aumenta…di cosa parlerà quest’opera di Bedrì Baykam, eclettico artista turco che oltre ad essere un celebre e precocissimo pittore ha studiato arte drammatica e ha scritto 19Read More →

Mi è capitato di tradurre dall’inglese le risposte di un’intervista che il direttore della rivista “Diritto e Libertà”, libera rivista trimestrale di politica transnazionale e di iniziativa radicale, Mariano Giustino, grande esperto di Turchia, ha fatto a Kemal Kılıçdaroğlu, presidente del maggiore partito d’opposizione turco, il Cumhuriyet Halk Partisi (CHP)Read More →

Il potere politico può controllare maggiormente i giudici e l’esercito: queste due classi costituiscono in Turchia, tradizionalmente, i garanti della laicità dello stato secondo il modello propugnato da Kemal Ataturk, il padre della Turchia moderna. Il referendum si è posto pertanto come una lotta fra il potere politico detenuto dal AKP partito islamista, ma moderato di Erdogan e gli oppositori laici.Read More →

Eravamo rimasti affascinati dal suo primo libro, “La bastarda di Istanbul”, siamo stati letteralmente stregati da questa sua seconda opera, “Le quaranta porte”, di una discreta mole come numero di pagine che sono però volate via senza che ce ne rendessimo conto. Le porte del titolo si rifanno alla quarantaRead More →

La corte costituzionale Turca ha messo al bando il principale partito curdo accusandolo di avere legami con i combattenti separatisti.
La corte ha ordinato lo scioglimento del “Partito della società democratica” (DTP) ed ha vietato ai suoi dirigenti di partecipare ad altri partiti politici per cinque anni. Inoltre il leader del partito Ahmet Turk è stato espulso dal parlamento turco.Read More →