Laure Manaudou lascia l’attività agonistica

Print Friendly, PDF & Email

83_manaudou2Laure Manaudou, francese di origine greca, 22 anni, ex campionessa olimpica e mondiale di nuoto ha confermato il ritiro dall’attività agonistica. La notizia non ha sorpreso il mondo dello sport. Già all’inizio dell’anno la Manaudou aveva annunciato di volersi prendere una pausa dalle gare.

La notizia è stata data dalla stessa campionessa in un’intervista a “Le Parisien”.

“Ho deciso. Mi ritiro. Non è stata una decisione facile ma l’ho maturata poco per volta – ha ammesso l’atleta francese- “Non è un colpo di testa”.

Laure Manaudou è diventata campionessa olimpica a Atene nel 2004 a 17 anni, aveva lasciato nel maggio del 2007 il suo allenatore Philippe Lucas, che l’aveva scoperta e con il quale era diventata la migliore nuotatrice francese di tutti i tempi.

“La voglia è scomparsa quando ho lasciato Philippe nel 2007 e non è più tornata. Oggi ho altri centri d’interesse, altre passioni. So soltanto che, quando mi alzo al mattino, non mi sento pronta a andare a nuotare”, ha concluso la campionessa.

“Ha fatto la scelta giusta”: questo il commento dell’ex allenatore Philippe Lucas all’annuncio del ritiro di Laure Manaudou. Il tecnico concorda con la decisione dell’ex olimpionica e spiega: “la sua scelta è logica – dice – Sin dall’annuncio del suo break lo scorso gennaio, a Marsiglia, Laure si è accorta di non avere più voglia. Ha la franchezza di dirlo. Smettere è la scelta giusta – aggiunge – finalmente potrà stare tranquilla”.

La tranquillità di cui parla Lucas potrebbe però essere richiesta da altri motivi, ben diversi dalla mancanza di voglia. Alcune fonti infatti dicono che Laure sia incinta. Laure vive a Marsiglia con il fidanzato e nuotatore Frederick Bousquet e non aveva mai nascosto il suo desiderio di maternità.

“Cose come il ritiro della Manaudou capitano di frequente nello sport. Quando uno sportivo che lavora 365 giorni l’anno si prende un anno sabatico come ha fatto lei, il ritorno può essere traumatico. Il nuoto perde una regina di questa disciplina”. Questa l’opinione del campione Massimiliano Rosolino che commenta a Sky Sport la decisione di Laure Manaudou di ritirarsi dal nuoto agonistico. “Lei era una fuoriclasse – aggiunge Rosolino – ma era famosa anche perchè magari vinceva una semifinale dei 400 e poi non si presentava alla finale dei 200. E’ sempre stato un diavoletto dell’acqua, un personaggio che faceva notizia anche fuori dal mondo del nuoto, sia in Francia che all’estero”. Alla possibilità che Laure Manaudou sia in dolce attesa Rosolino commenta così: “Capisco quando gli sportivi mettono da parte lo sport, lei aveva sempre detto che tra il nuoto e l’amore avrebbe scelto l’amore. Non ci dobbiamo meravigliare”.

Laure Manaudou è stata anche protagonista nel mondo della cronaca rosa per la sua relazione con Luca Marin, che dopo l’addio alla francese è diventato partner di Federica Pellegrini, sua rivale nel nuoto che così commenta l’addio della Manadou: “E’ stata una delle nuotatrici che rimarranno nella storia”.

“La vita però non è soltanto nuoto – aggiunge la campionessa olimpica e mondiale – In bocca al lupo, Laure”.

Laure Manaudou ha conseguito una medaglia d’oro nel 2004 ad Atene nei 400 metri a 17 anni, è stata tre volte campionessa del mondo (2005 e 2007 nei 400, 2005 nei 200), 17 volte campionessa europea, 55 volte campionessa di Francia.
[print_link]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *