Un hotel fatto di carte

Print Friendly, PDF & Email

Se vi siete mai chiesti cosa fare delle carte che aprono le porte degli hotel che vi sono avanzate dopo un vostro soggiorno in una di queste strutture non pensateci più perché, ammesso che abbiate accumulato 200.000 di questi cartoncini di plastica, la soluzione è semplice: usateli per costruire il vostro hotel personale che, almeno, ciò che una catena di hotel ha deciso di fare.

Il Holiday Inn’s Key Card Hotel, che ha appena aperto i battenti a New York, include una camera da letto per gli ospiti, un bagno e una “lobby”, un salone, tutti perfettamente equipaggiati con mobili di misura normale naturalmente fatti di…cartoncini. La costruzione, a Manhattan, di 400 metri quadrati  che pesa 2 tonnellate e che rimarrà in funzione fino al 21 settembre, è stata costruita da Bryan Berg, detentore del record del mondo di collezione di “card-stacker”, il quale ha dichiarato che questa è la sua più grande sfida di “card-stacking” e che è l’unica creazione che abbia mai fatto con questo tipo di carte in scala umana.

Durante i cinque giorni dell’evento il sig. Berg costruirà una replica, alta 9 piedi, “free standing”, che sta in piedi da sola, dell’Empire State Building nella lobby di questo particolare hotel usando le carte da gioco dell’Holiday Inn per segnare il rilancio di questa catena di 1.200 hotels sparsi nel mondo.

Il sig Berg ha battuto, per la prima volta, il record mondiale di questa particolare specialità nel 1992 al’età di 17 anni costruendo una torre di 17 piedi; da allora ha battuto il suo stesso record dieci volte. Il suo più recente è stato la costruzione di una torre alta 25 piedi al Museo Afro-Americano di Dallas nel Texas e per questo record ha tentato una nuova tecnica che implica porre le carte verticalmente invece che in orizzontale il che ha ridotto il numero delle carte necessarie di quasi la metà.

Thanks to Julian Gavaghan – Daily Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *