Affossata la legge sull’omofobia

Print Friendly, PDF & Email

Ieri con 258 voti favorevoli 22 contrari e 13 astenuti è stata affossata alla Camera la legge contro l’omofobia presentata da Paola Concia del PD; la Camera ha così approvato la pregiudiziale di incostituzionalità sollevata dall’UDC.

Franceschini, segretario del PD, ha affermato che la destra ha bocciato la legge e che il resto è stata una gestione dell’aula di Montecitorio e una strategia parlamentare.  Il PDL, la Lega e anche l’UDC avevano chiesto il rinvio del testo in commissione giustizia, richiesta fatta dal presidente Giulia Bongiorno.

Paola Concia, relatrice della legge, uscendo dall’aula furibonda, dichiara di vergognarsi di far parte di questo Parlamento subito dopo che la Camera ha bocciato la proposta di legge per incostituzionalità.

Paola Binetti ha votato a favore della pregiudiziale di incostituzionalità andando contro le linee guida del suo gruppo politico e per Franceschini questo è un problema, anzi una vergogna; la Binetti replica affermando che si rischiava il reato di opinione perché la formulazione dell’emendamento era ambigua e il suo voto è stato in continuità con quello da lei espresso due anni fa in Senato sullo stesso argomento.

fonte: rainws24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *