Sarà l’Oncoibla Padua Ragusa a disputare i play off promozione?

Print Friendly, PDF & Email

oncoiblapadua500

Domenica scorsa si è disputata l’ultima giornata del campionato di rugby di serie C, il 2 maggio è in programma il primo turno dei play off per la promozione in serie B.

In quanto vincitore del girone “Sicilia e Reggio Calabria”, a giocarsi la promozione sarebbe dovuto essere il Clan Rugby Ibleo. I ragusani di mister Cicero, però, non potranno contendere alle vincitrici degli altri gironi meridionali e alle squadre provenienti dalla serie C Elite i posti disponibili nella serie superiore perché, ai sensi di quanto recita il comma “h” dell’articolo 28 del Regolamento di giustizia della Fir (“Qualora, pur avendo conseguito la promozione ad un campionato di serie superiore con la prima squadra, non abbia adempiuto all’obbligo di partecipazione all’attività, secondo le disposizioni del Consiglio Federale, con la sanzione della non ammissione a tale campionato”), la giovane società iblea, poiché non ha disputato i campionati riservati alle categorie U14 e U16, dovrà cedere il suo diritto ad altri.

In virtù del secondo posto conquistato alla fine della stagione regolare dovrebbe allora essere Reggio Calabria a scendere in campo domenica 2 maggio. Ma, a quanto pare, nemmeno la società reggina è in regola con gli obblighi federali.

Così, non è ancora una notizia ufficiale ma i rumors e le voci di corridoio (e non solo di corridoio) la danno per certa, a giocarsi un posto per la promozione in serie B dovrebbe spettare all’Oncoibla Padua Rugby Ragusa.

È molto probabile che il cammino nei play off della squadra iblea sarà molto breve, ma il fatto di essere comunque lì a giocarsi la promozione, seppure senza quasi alcuna chance, è motivo di soddisfazione per i giocatori e i dirigenti del sodalizio azzurro.

«La serie B è un sogno proibito», ci diceva giorni fa Ciccio Tumino, il presidente dell’Oncoibla Padua. «Attualmente non abbiamo né la forza economica per affrontare un campionato dispendioso come quello di serie B, né una rosa tale da garantirci un piazzamento finale dignitoso. Pertanto, se dovessimo veramente essere chiamati a disputare i play off, lo faremmo con il solo obiettivo di fare un’esperienza, cercando di vincere il maggior numero di partite. Siamo però consci che giocheremmo contro squadre più forti della nostra e, quindi, con la reale possibilità di uscire già al primo turno».

Vediamo allora qual è la strada che porta alla serie B.

Il 2 maggio si affronteranno, in partite secche, le vincenti del girone pugliese e di quello campano, quelle del girone abruzzese e del Lazio2 e, ecco la partita che a noi eventualmente interesserà da vicino, la vincente del girone Lazio1 e di quello siculocalabro (che in questo caso sarebbe la terza classificata per i motivi sopra esposti).

Dunque l’Oncoibla Padua dovrebbe affrontare una squadra laziale. Quale? Non lo sappiamo ancora perché il campionato “Lazio1” si concluderà domenica 25 aprile e, neanche a farlo apposta, proprio in quella giornata si affronteranno, a Civitavecchia, la prima, il Civitavecchia Centumcellae Rugby, e la seconda, l’Arvalia Villa Pamphili di Roma, di quel girone. Attualmente è il Civitavecchia a guidare la classifica con 79 punti, con l’Arvalia che lo segue a 5 punti. È inutile dire che se i romani dovessero espugnare il campo della capolista, conquistando il bonus e vincendo con uno scarto di almeno 15 punti (visto che all’andata il Civitavecchia ha vinto di 14), sarebbero loro ad affrontare i ragusani, altrimenti sarà il Civitavecchia.

Domenica 2 maggio, quindi, si giocheranno tre partite in campo neutro (probabilmente quella che vedrà impegnati gli azzurri si disputerà a Cosenza) e le tre vincitrici, insieme alla migliore tra le sconfitte, si disputeranno, in due partite giocate anch’esse in campo neutro, l’accesso alla finale che designerà la squadra campione regionale.

A quel punto, quest’ultima dovrà giocarsi la promozione nella serie B della prossima stagione con le formazioni che si sono piazzate ai primi posti nel girone Elite di serie C. Ma di questo, se sarà il caso, parleremo più avanti. Per il momento fermiamoci qui e aspettiamo di conoscere con quale squadra l’Oncoibla Padua dovrà confrontarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *