Dove osano le Aquile

Print Friendly, PDF & Email

doveosanoleaquileNel famoso film con Clint Eastwood la missione per il commando inglese era chiara: penetrare la fortezza sulle alpi, prendere il generale e fuggire. Nella partita di domani, per la squadra ragusana, lo è altrettanto: penetrare la fortezza barese, prendere la vittoria e tornare a casa.

Fuor di metafora, domani si gioca il secondo turno dei play off per la promozione in serie B e il XV dell’Oncoibla Padua Rugby Ragusa se la dovrà vedere con il Bari Rugby. Non sarà una partita facile ma i ragazzi di mister Gurrieri arrivano a quest’importante appuntamento con la consapevolezza di chi non ha nulla da perdere: essere qui, ad inizio stagione, non era immaginabile ed essere qui è già un successo.

«È proprio così», ci ha confermato Peppe Gurrieri, «ma non per questo ci sentiamo appagati. Ieri sera ho parlato con i ragazzi e li ho sentiti carichi e decisi a dare tutto perché quest’avventura continui ancora». Sono, più o meno, le stesse parole che, nei giorni scorsi, ha usato anche Gennaro Totaro, presidente del Bari Rugby.

Quindi, se si affrontano due squadre che hanno gli stessi obiettivi, che partita sarà? «Le due squadre sono simili, sia per età che per esperienza», ha continuato Gurrieri, «e dunque per noi la partita, almeno sulla carta, dovrebbe essere più abbordabile rispetto a quella giocata contro il Civitavecchia. Anche perché, in quell’occasione, c’era stata una sorta di timore reverenziale nei confronti di una squadra che si sapeva scaltra e formata da gente matura e di esperienza. Domani, invece, ce la giocheremo alla pari e non dovremmo nemmeno avere quel black out iniziale, dovuto senz’altro all’emozione di debuttare in un play off, che, in fin dei conti, ci è costato la partita».
Sarà un’incontro tra due squadre che non si conoscono e per questo, crediamo, nei primi minuti si cercherà di “esplorare” gli avversari, alla ricerca dei punti deboli.

«In questi casi, nel primo quarto di partita si prova a “fare la conoscenza” dell’avversario», è ancora l’allenatore azzurro a parlare, «per poter poi giocare sui suoi punti deboli. Domenica scorsa la fase difensiva è stata ottima, voglio sottolineare che in ottanta minuti non ci è stato fischiato un solo fuorigioco, domani cercheremo di fare più attenzione a quella offensiva, provando ad attaccare alla mano, a giocare al piede, ad entrare di mischia».

Appuntamento allora domani, alle 15,30, sugli spalti dello stadio “Carlei” di Lamezia Terme per assistere a quello che si preannuncia un grande match.

Per quanti invece non potessero affollare le tribune dello stadio lametino la società Oncoibla Padura Ragusa, così com’è stato per l’incontro di domenica scorsa, offrirà, a partire dalle 15,20, sul sito www.rugbyterzotempo.net, la diretta streaming dell’intero incontro. Quella testuale, invece, si potrà seguire su www.ragusarugby.it. Nel corso di quest’ultima diretta saranno anche dati frequenti aggiornamenti sull’altro incontro di play off, Neroniana Rugby Anzio- Civitavecchia Centumcellae Rugby.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *