La matematica, l’ipotesi, la realtà

Print Friendly, PDF & Email

Tutti ci aspettavamo di poter commentare, oggi, a tre turni dalla fine, la situazione dei Play Off promozione del campionato di serie C con una classifica immutata rispetto a quella precedente. La sconfitta del Cas Reggio Calabria a Bari (alzi la mano chi lo aveva pronosticato) ha sparigliato le carte e reso il prossimo turno, nel quale la capolista Partenope Napoli andrà a far visita proprio ai reggini, un turno che potrebbe già dare, anche se ancora non matematicamente, il nome della squadra che il prossimo anno giocherà in serie B. Proviamo allora ad analizzare la situazione attenendoci alla matematica, alle ipotesi e alla realtà.

LA MATEMATICA. Dopo la seconda di ritorno di matematico ci sono solo due certezze: la prima è che la lotta per la promozione si è ristretta alle prime tre, Napoli, Ragusa, Reggio Calabria; la seconda è che se domenica prossima il Cas non batte la Partenope, i reggini diranno addio alle speranze di promozione. Tutto questo perché la sconfitta casalinga del Trepuzzi, e la contemporanea vittoria della Partenope, hanno eliminato i salentini dalla competizione (Bari e Santa Maria erano fuori già da settimane), mentre con la sconfitta di Bari, il Cas si ritrova a 11 punti dai napoletani e una sconfitta domenica prossima renderebbe incolmabile il distacco con la testa della classifica.

L’IPOTESI. La classifica oggi dice questo: Partenope 32, Ragusa 25, Reggio 21. La Partenope domenica sarà di scena a Reggio, poi andrà a Ragusa. Se i napoletani dovessero perdere sia in Sicilia che in Calabria, mentre Ragusa dovesse vincere domenica prossima a Santa Maria e il Cas la successiva a Trepuzzi, a 80 minuti dal termine la classifica sarebbe questa: Ragusa 35/33 (a seconda dei punti bonus conquistati), Partenope 32 (nessun punto bonus conquistato), Cas 31/29 (a seconda dei punti bonus conquistati).

L’ultimo turno prevede Bari-Ragusa, Partenope-Trepuzzi, Cas-Santa Maria. È evidente quindi che per i napoletani diventa fondamentale vincere almeno uno dei due incontri delle prossime due domeniche o, almeno, conquistare 3 o 4 punti bonus. In caso contrario dovrà sperare che i ragusani cadano sul campo di Bari. Della serie: alla Partenope bastano 4 punti da qui alla fine per vincere il girone; al Ragusa e al Cas potrebbero non bastarne 15 se i napoletani riescono a mettere insieme i loro 4.

LA REALTÀ. Troppe sono le incognite, tantissime le variabili, per avere delle certezze. Una mano, in questo senso, ce la darà il prossimo turno: il Ragusa, almeno teoricamente, dovrebbe vincere a Santa Maria e quindi andrebbe a 29/30 punti, mentre Cas-Partenope, dopo la sconfitta dei reggini a Bari, diventa l’ultima spiaggia per quest’ultimi, e un incontro che potrebbe aprire le porte della serie B ai napoletani. Una sconfitta, per Imbalzano e soci, significherebbe essere matematicamente fuori dalla lotta per la promozione, mentre i partenopei, vincendo a Reggio, potrebbero affrontare la successiva trasferta in terra siciliana con estrema tranquillità, mettendo in conto anche una sconfitta, che sarebbe a quel punto indolore. Perché nessuno pensa che il XV di Marcos Reyna non riesca a portare a casa i 5 punti al termine degli ultimi 80 minuti di questa stagione.

Qui i risultati e la classifica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *