Eid Mubarak 2021, un percorso concluso con coraggio ed elevazione spirituale

Print Friendly, PDF & Email

Milioni di fedeli e praticanti il credo islamico, ieri, 13 Maggio dopo ben 30 giorni esatti, decisi dalla luna, hanno festeggiato la conclusione del digiuno Ramadan anche per quest’ anno 2021.A detta di molti musulmani praticanti, quest’anno il percorso non è stato faticoso e problematico, probabilmente il clima mite tra Aprile e Maggio ha molto favorito il cammino dei fedeli sostenendoli. Dal 13 Aprile a ieri, 13 Maggio 2021, i trenta giorni di digiuno di cibo ed acqua si è concluso ed in tantissimi hanno festeggiato il giorno dell’Eid Mubarak mantenendo sempre un atteggiamento di responsabilità e precauzione soprattutto durante la celebrazione mattutina della preghiera di rito. Tra moschee e luoghi aperti come parchi e giardini pubblici, il rituale è stato celebrato con successo vedendo la partecipazione di molti fedeli. Da ieri, come di norma, i pasti verranno ripresi senza digiuno; la fine di un Ramadan che rappresenta uno dei pilastri più imponenti dell’Islam per ogni buon musulmano, sancisce sicuramente un momento fondamentale di purificazione dell’anima, sacrificio, preghiera ed un cammino altamente religioso. La serenità acquisita per ogni fedele durante le tappe di questo cammino, è sicuramente un traguardo di elevazione spirituale, giorno dopo giorno, preghiera, rinuncia e sacrificio compiuti con forza, coraggio e determinazione. Un momento molto bello e di profonda fede che ci si augura possa arrecare al mondo intero,  unità e completezza ed un messaggio di pace. Festeggiare durante la giornata dell’Eid Mubarak significa per ogni buon musulmano, condividere, tutto ciò che si può e tutto ciò che rientra nelle proprie possibilità passando una giornata insieme, con amici e parenti, consumando un buon pasto in condivisione come cultura vuole. Quindi auguri a tutti i musulmani del mondo, che questo momento di alta spiritualità possa rappresentare l’ emblema di unità alla fede universale vissuta con purezza e profondità. Inchallah.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *