Si alza il sipario per “Teatro Argentum Potabile” degli autori e registi Antonella Caldarella e Steve Cable

Print Friendly, PDF & Email

CATANIA- Dopo un lungo e forzato stop alle scene si riaccendono le luci di Teatro Argentum Potabile, diretta da Steve Cable e Antonella Caldarella.

Diverse le novità di quest’estate 2021 all’insegna del buon teatro e dei protocolli sicurezza anticovid. “Sarà una ripartenza speciale piena di energia e voglia di fare- dichiarano Antonella Caldarella e Steve Cable-. Prima Novità la location degli spettacoli che si svolgeranno nei giardini di LAD onlus l’associazione con la quale collaboriamo e che ci ha sostenuto in questo periodo pandemico”. “Il Prossimo Presente”- rassegna di drammaturgia contemporanea che riprende gran parte degli spettacoli non andati in scena durante la stagione invernale dedicata agli adulti comprende cinque appuntamenti tre produzioni proprie e due ospiti i quali coinvolgeranno lo spettatore in maniera stimolante e interattiva continuando il cammino già intrapreso negli anni per garantire un confronto costante tra gruppi teatrali indipendenti e rigorosamente professionisti. Il 24 e 25 giugno lo spettacolo “Storia nuova tutta da scrivere” di Steve Cable con Antonella Caldarella e Valeria Contadino prodotto da Teatro Argentum Potabile inaugurerà la rassegna; La prima nazionale “La terra di li rosi” di e con Antonella Caldarella per una pièce di teatro di narrazione in dialetto siciliano andrà in scena il 2 luglio prodotto da Teatro Argentum Potabile; 8, 9 e 10 luglio sarà la volta della prima nazionale “It lives! It breathes!” di Steve Cable interpretato da Antonella Caldarella, Alessandro Caruso e Silvia Oteri con la colonna sonora di Andrea Cable per una produzione Teatro Argentum Potabile; “Meno male che c’è Luigi” di Donatella Venuti, primo spettacolo ospite con Gianfranco Quero e Donatella Zappia, prodotto dal “Teatrodei3mestieri”andrà in scena il 15 luglio; il 21 luglio si conclude la rassegna con “Due passi sono” della pluripremiata coppia Carullo/Minasi prodotto dalla Compagnia Carullo Minasi. “Un modus pensandi sicuramente vincente- spiegano I due autori e registi- che ha dato i suoi frutti facendo avvicinare molti giovani al teatro e alla recitazione, con un’età media tra i 16 e i 30 anni”. Prenotazione obbligatoria e posti limitati 3491730173-3382044274 Ufficio Stampa Elisa Guccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *