Igienizzanti per le mani: quali scegliere e come igienizzarsi

Print Friendly, PDF & Email

Da poco più di un anno a questa parte abbiamo imparato alcune regole per contrastare la pandemia da Coronavirus: oltre a indossare le mascherine e a mantenere il distanziamento con le persone non conviventi, spesso ci siamo ritrovati a igienizzare le mani con prodotti a base alcolica. 

Perché è così importante igienizzare le mani? Perché anche attraverso le mani passano virus e batteri. Toccando superfici contaminate dal virus  e portandoci le mani al viso o sugli occhi (comportamento sconsigliato), potremmo infatti infettarci. Ecco perché gli esperti da mesi ripetono come un mantra di curare l’igiene della mani. 

Intanto, bisogna dire che lavare le mani con acqua e sapone resta sempre la scelta migliore. Per avere un’azione efficace, però, bisogna sfregare bene le mani con il sapone, non tralasciando gli spazi tra le dita, per almeno 40 secondi, e poi risciacquare accuratamente. Lo sfregamento e il successivo risciacquo ci permetterà infatti di avere le mani pulite e igienizzate. Ma se non abbiamo a disposizione acqua e sapone, un gel o uno spray igienizzante a base alcolica è una soluzione altrettanto efficace. 

Non tutti gli igienizzanti, però, si equivalgono. Intanto, per essere efficace, devono contenere alcool in una quantità sufficiente. Il contenuto alcolico dev’essere almeno del 60%: uesta infatti è la quantità ritenuta efficace anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Alcuni igienizzanti in commercio, oltre all’alcool, possono contenere altre sostanze ad effetto antimicrobico che però, se la quantità di alcool è sufficiente, non sono indispensabili. Più è alta la percentuale alcolica, più l’igienizzante è efficace, ma attenzione: il rischio di seccarsi la pelle è molto alto. Ecco perché alcuni igienizzanti contengono sostanze lenitive come l’aloe.

Detto questo, meglio il gel o lo spray? In linea di massima, a contare è la quantità di alcool presente nella formulazione chimica. Lo spray è in genere meno appiccicoso e più “leggero”, ma se applicato con superficialità può essere meno efficace del gel, che per la sua composizione è più semplice da distribuire sulle mani. In ogni caso, se acquistate igienizzanti mani di qualità da siti affidabili come Rajapack.it, sia gel che spray sono entrambe soluzioni valide. 

Molto importante è applicare l’igienizzante con attenzione. Intanto, prima di usarlo vanno tolti anelli e bracciali. Va utilizzata una dose sufficiente a coprire l’intera superficie della mano. Il prodotto va distribuito sul palmo e sul dorso della mano, tra le dita, sul polso e sulle unghie. Lo sfregamento deve durare almeno 30-40 secondi e comunque fino a completa asciugatura. Completata l’operazione, possiamo ritenere le nostre mani igienizzate. 
Ricordiamo di lavare o igienizzare le mani spesso, soprattutto fuori casa, sul posto di lavoro, ma anche a casa di amici e parenti, in presenza di persone non conviventi, e prima di mangiare. 

Gli igienizzanti a base alcolica sono dispositivi di protezione indispensabili contro il Covid 19 e tutti gli altri virus, esattamente come le mascherine: non lesiniamo né sulla frequenza di igienizzazione né sulla qualità del prodotto che acquistiamo. 

Image of young female hands pumping liquid soap from container

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *