Teatro Stabile Mascalucia Mario Re, A grande richiesta ritorna in scena il tormentato amore di Cyrano de Bergerac

Print Friendly, PDF & Email

MASCALUCIA- Il Teatro Stabile Mascalucia Mario Re dopo aver conquistato il premio nazionale Fita Italia 2019 per la categoria miglior spettacolo classico con “Cyrano de Bergerac”, di Edmond Rostand riadattato e diretto da Rita Re, direttore artistico della Compagnia fondata dal padre Mario, a grande richiesta ritorna in scena giovedì 15 luglio, ore 21.00, al parco Trinità Manenti. “Cyrano- dichiara Rita Re, regista del Teatro Stabile Mascalucia Mario Re vincitrice di ben due edizioni consecutive del concorso nazionale Maschera d’Oro di Vicenza- è uno spettacolo a cui siamo molto affezionati che ci ha dato tanto umanamente e professionalmente, poiché il suo intreccio amoroso sempre attuale non sente l’inesorabile scorrere del tempo e riadattarlo in due atti per un pubblico moderno senza sconvolgere e stravolgere il volere dell’autore, che con la sua opera in versi dipinge un delicato e struggente gioco a tre in cui Cyrano, interpretato da Andrea Zappalà, il bel cristiano, Alessandro Rocca, e Rossana, l’oggetto del desiderio dei due contendenti interpretato da Adriana Cesarotti nella versione giovane del racconto, è stato uno degli spettacoli più amati dal pubblico non solo dai nostri fedelissimi ma anche da chi ha imparato a conoscerci proprio grazie a questa messa in scena rimasta nel cuore di tutti”. Ad arricchire la resa della pièce l’utilizzo del video mapping e del ligth design che, insieme all’essenziale scenografia curata da Mario Rocca, Alfio Nicolosi e Massimo Maria Missiato, il gioco di luci di Massimo Missiato e le struggenti musiche di Giuseppe Palmeri, tratte dall’album “Pictures”, avvolgono i protagonisti di un’aurea mistica. I numerosi costumi di scena, realizzati da Graziella Villardita e Cettina Poma, tra pizzi, broccati impreziosiscono l’impeccabile lavoro di gruppo. Gli attori Andrea Luca, Santi Consoli, Fabiano Casella, Giovanni Pulvirenti, Santo Palmeri, Francesco Pettinato, Mario Rocca, Marzia Bisicchia, Flavio Palmeri, Luisa La Carrubba, Grazia Zappalà, Sara Caruso, Sofia Milazzotto, Mario Pulvirenti, Maurizio Barbera e Gaia Palmeri insieme a Rita Re, Andrea Zappalà, Alessandro Rocca e Adriana Cesarotti tra sentimenti e poesia sono nuovamente pronti a trasportare il pubblico negli anni cinquanta del 1600 francese per una rappresentazione ricca di intensa passione, carica di grandi emozioni. Ingresso gratuito.

Ufficio Stampa Elisa Guccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *