Il Garante dei Diritti organizza nuovo corso per tutori volontari

Print Friendly, PDF & Email

Partirà in Molise un nuovo corso di formazione per aspiranti “Tutori volontari di Minori Stranieri Non Accompagnati” (Msna), organizzato dal Garante regionale dei Diritti della Persona.

L’iniziativa è rivolta ai cittadini interessati ad acquisire le conoscenze necessarie per assumere a titolo volontario la tutela di minorenni stranieri arrivati sul territorio regionale senza adulti di riferimento e collocati presso le strutture di accoglienza.

Il tutore volontario, che non ha obblighi economici, di convivenza e di adozione, assicura che al minore sia garantito l’accesso ai diritti senza alcuna discriminazione, promuovendo il suo benessere psicofisico, seguendo i percorsi di educazione e integrazione, verificando che si tenga conto delle sue capacità, inclinazioni naturali e aspirazioni.

E’ un ruolo socialmente rilevante, quello dei tutori volontari di Msna – spiega la Garante regionale Leontina Lanciano – Sono tanti i minori presenti in Molise, bambini e ragazzi spesso senza riferimenti genitoriali, reduci da esperienze umane molto complesse e dolorose.

Attraverso il contributo di tutti gli attori di questo sistema – prosegue la Garante – organizziamo il corso per fornire le nozioni e i riferimenti legislativi utili al fine di garantire, promuovere e tutelare efficacemente il supremo interesse del minorenne. Svolgendo quasi il ruolo del ‘vice genitore’, il tutore è presente soprattutto nei momenti cruciali della crescita”.

Il corso trova la sua fonte normativa nella Legge nazionale 47 del 7 aprile 2017. Alla base di tale disposizione c’è quanto stabilito dal Comitato Onu (2005) sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, che parla testualmente di “competenze nell’ambito della cura e della protezione dei Msna per assicurare che gli interessi del minorenne siano tutelati e che i bisogni legali, sociali, della salute siano corrisposti in modo appropriato, anche considerando il tutore come un vettore di connessione tra la persona minorenne e tutte le agenzie, i professionisti che possono garantire la continuità nella cura e nella protezione necessarie”

Dalle strategie di ascolto al diritto all’istruzione e alla salute, passando per le responsabilità che attengono all’importante ruolo sociale che andranno a ricoprire, gli argomenti trattati nel corso forniscono agli aspiranti tutori tutti gli strumenti utili per svolgere il compito in maniera corretta ed efficace.

Le precedenti esperienze organizzate dal Garante hanno evidenziato la pronta risposta dei cittadini molisani, che hanno compreso l’importanza del compito, rafforzando la relazione con il minore, interpretandone bisogni e problemi.

Al termine del corso, gli aspiranti tutori volontari, cui sarà rilasciato un Attestato di partecipazione, con la successiva iscrizione all’Albo dei Tutori volontari, istituito presso il Tribunale dei Minori di Campobasso, saranno in grado di svolgere tale ruolo nel pieno rispetto dei diritti dei minori stranieri non accompagnati, tenendo specificamente conto della loro particolare vulnerabilità legata alla giovane età e dal loro percorso migratorio.

Il programma dell’iniziativa, che si articolerà in un’attività multidisciplinare, sarà reso noto in una conferenza stampa di presentazione. L’avviso è stato pubblicato sul Bollettino della Regione Molise. Sul sito del Garante https://garantedeidiritti.regione.molise.it/ sarà possibile scaricare il modello di richiesta di partecipazione. La mail di riferimento per l’invio è garanteregionaledeidiritti@regione.molise.it into tel. 0874.437705 – 0874.437668.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *