La scrittura è un’eredità che non sfugge nel tempo

Print Friendly, PDF & Email

Attraverso la scrittura si compie un passo importante verso ogni tipo di rivolta o battaglia. Ogni libro, ogni manoscritto o documento deve possedere una dedica da destinare a coloro che come molti giovani, ogni giorno compiono delle fasi per raggiungere un traguardo imponente sia a livello personale che professionale. Coltiviamo la scrittura attraverso l’istruzione poiché mezzo diretto rispetto a qualsiasi altro strumento o canale mediatico che comunque collina con gli stessi strumenti odierni come Facebook, Whatsapp e quant’altro ma, solo più diretto ed efficace per la sensibilizzazione. Scrivere e parlare dunque è uno strumento che esige per combattere ogni giorno le nostre battaglie e vincerle. Scrivere per ricordare e per fare dei pensieri un patrimonio, scrivere per lasciare un’eredità sacrale a chi ci seguirà, scrivere per non disperdere nel vento perché verba volant et scripta manent. Lo scrivere non si eredita ma, si compone come melodia di note da un susseguirsi di onde che si scandiscono nel tempo. Quando sono troppe le cose che si vogliono dire e i modi ed i canali per farlo diventano limiti che barricano, la mente fornisce suggerimenti alternativi che non tutti dispongono ed accolgono. Le vere battaglie si combattono attraverso la scrittura che non fugge né sfugge ma, resta ed affronta il nemico qualsiasi volto esso abbia. Insegniamo dunque a chi vive l’arte dell’apprendere, cioè la bellezza di trascrivere per lasciare nel tempo orme e tracce indelebili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *