Pica pollo: piccoli morsi di pollo fritto sulla costa Caraibica e Repubblica Dominicana

Print Friendly, PDF & Email

Buongiorno a tutti voi, buongiorno a tutti noi! Buona Domenica e siamo pronti per la nuova ricetta del giorno a cui mi sono ispirata stamani. Una ricetta molto semplice e soprattutto di pochi ingredienti al sapore di fritto. Dallo spagnolo Picar, pica, che in lingua italiana significa proprio mordere, assaggiare, assaporare a piccoli tocchetti. Ebbene sì, siamo sempre sulla Playa Latina di Najayo, Boca Chica, Punta Cana e dunque trattasi di un piatto tipico e rinomato della Repubblica Dominicana che torna ancora una volta, il Pica Pollo, ossia il morso di pollo. Si mangia nelle friggitorie o nei chioschi che dominano la costa caraibica e rappresenta proprio un’ attrazione per turisti ma anche la gente locale che passa al volo e assapora la particolarità del pollo fritto. Gli ingredienti di preparazione sono: pezzettini di polpa di pollo senza gli ossiplatano tagliato a rondelline di non troppo spessore olio per friggere alla temperatura di ebollizione sale e se gradito un po’ di peperoncino. Sia il pollo che il platano vengono fritti in olio abbondante ma separatamente fino al raggiungimento di una dorata e croccante copertura. Da entrambe le parti vengono fatti assorbire i residui di olio e serviti insieme ad insalata mista e succo di limone se gradito. Il piattò solitamente è d’asportazione ma volendo lo si può consumare comodamente seduti al cospetto della Playa, musica latina, spiaggia ed oceano. Questo è il Pica pollo, piccolo pezzettino da mordere e gustare, assaggini che allettano il palato generando un’ indomabile voglia di mangiarne ancora, ancora ed ancora. Inutile ribadirlo che la semplicità vince sempre e comunque su tutto. Grazie amici per il tempo dedicatoci ed un arrivederci alla prossima settimana. Buon appetito e buon tutto. Ciaooooooo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *