Rosa come la prevenzione contro il tumore al seno

Print Friendly, PDF & Email

Il mese di ottobre è la rappresentazione dell’autunno, dei colori caldi come il rosso, il giallo e l’arancione, del clima più freddo e delle giornate più corte. Da diversi anni, però, questo mese non raffigura solo l’inizio della stagione autunnale, ma è il mese dedicato alle donne, alla sensibilizzazione e prevenzione contro il tumore al seno.

Ogni anno si registrano sempre più casi soprattutto tra le donne più giovani. Grazie alla prevenzione e alla ricerca, che da anni combatte fianco a fianco con esperti ma soprattutto vicino a grandi donne che stanno vivendo nella speranza di sopravvivere alla malattia, il tasso di mortalità negli ultimi anni è in leggera diminuzione ma rappresenta sempre la prima causa di morte per tumore nelle donne.

Il rosa tingerà l’intero mese di ottobre e tantissime sono le campagne di sensibilizzazione, gli eventi, le manifestazione legati alla lotta contro questa malattia insidiosa e ancor di più sono i brand che si affiancano a questa causa. Fondazione Veronesi con “Le noci della ricerca”, acquistabili in qualsiasi supermercato e l’iniziativa Pink is good, Lilt con la campagna #NastroRosaAirc, AcquaVitasnella ha presentato la sua bottiglia in edizione limitata, Interflora con la sua “Orchidea Incantesimo”, per non parlare di Pink Pony Compaign di Ralph Lauren e tanti altri grandi della moda come Stella McCartney, Jimmy Choo, per poi spostarci a Pittarosso, Camomilla, Yamamay e molti altri si sono affiancati alla Fondazione Umberto Veronesi.

La prevenzione si sa è importantissima. Lo screening per la diagnosi precoce del tumore mammario si rivolge alle donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni e si esegue con una mammografia ogni 2 anniIn alcune Regioni si sta sperimentando lo screening tra i 45 e i 74 anni.

Controlli periodici insieme all’attenzione ai sintomi, che il proprio corpo manda, sono gli elementi fondamentali per prendere in tempo questo tumore e si spera sconfiggerlo.

La lotta non inizia e finisce nel mese di ottobre, ricordiamo che combattere contro questi tumori che spezzano vite e lasciano ferite non solo fisiche ma anche psicologiche è tutti i giorni.

Aiuta la ricerca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *