Buongiorno o buon giorno?

Print Friendly, PDF & Email

Se il Buongiorno si vede dal mattino, Buongiorno a tutti voi cari amici di Italianotizie e bentrovati come ogni settimana ormai. Sono lieta oggi di presentarvi una regola di grammatica molto semplice come in molti la considereranno di certo e forse anche un po’ banale ma, è sempre importante non dare mai nulla per scontato e quindi anche in questa precisa circostanza. Ammetto che questa peculiarità grammaticale L’ ho appresa da poco anche io e voglio farne tesoro e passarla anche a tutti voi. La grammatica come ho sempre sostenuto, è un tesoro da coltivare e custodire per voler raggiungere dei traguardi preziosi linguisticamente parlando. Il Buongiorno può spesso essere utilizzato sia nel parlato che nello scritto e rappresenta spesso il saluto oppure anche un augurio o semplicemente un attributo che accompagna il suo sostantivo ossia, buon e giorno. Ma quando attaccare e quando staccare? Non è un dilemma molto complesso ma facciamo una precisazione. Tutte le volte che auguriamo un Buongiorno come saluto di inizio giornata, dobbiamo usare questo augurio scrivendolo come unica parola. Un buongiorno a tutti i miei cari amici. Buongiorno amore mio. Che sia un buongiorno per chi mi vuole bene. Questi possono essere alcuni esempi che aderiscono alla regola che ho introdotto. Quando invece si muta prospettiva nell‘uso del Buongiorno come saluto o augurio di inizio giornata e si vuol descrivere un giorno positivo trascorso a lavoro o nella vita privata, l’ unione cessa e ci si distacca. Oggi non è stato un buon giorno a lavoro. Ieri ho trascorsa insieme alle mie amiche una buona giornata in montagna tra chiacchiere e passeggiate. Ecco quanto. Sono anche questi un paio di esempi che potrebbero tornarci utili e grazie ai quali migliorare le nostre competenze .Mi congedo anche oggi augurandovi un lieto weekend. Ciao ed alla prossima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *