Dom. Nov 27th, 2022
Print Friendly, PDF & Email

Catani. Per la prima volta al Teatro Fellini di Catania, dopo il successo ottenuto durante la stagione estiva 2021 del Battiati Estate , giorno 12 e 13 marzo andrà in scena “ A tazza da Pirzisa”, la prima delle commedie in dialetto siciliano appartenente alla raccolta “ Il teatro della sberla “dell’autrice nissena Elena Silvia Marino, diretta dal regista catanese Andrea Bianco. La commedia è ambientata nella Sicilia dei nostri giorni affiancando personaggi tradizionali, quali le comari che si recano ogni giorno al mercato, a personaggi ultra moderni tra cui un influencer tornato nel paese natale per i preparativi del suo matrimonio accompagnato dalla madre snob e dalla frivola mogliettina. L’arrivo in un paesino etneo di una ragazza incinta e senza marito di Pietraperzia, nipote di una devota compaesana, la Pirzisa per l’appunto,e dello scoppiettante trio di vanesi personaggi sconvolge le giornate delle comari Melina e Pinuccia fino ad ora interessate a “cuttigghiare” su altri due personaggi, il salumiere Santino Giummarra , anche detto “l’impalato”, e il fotografo Perdilà. Nella scena, la comicità tipicamente siciliana si mescola alla riflessione e all’amarezza, causata dal pregiudizio e dalla durezza della realtà, fino alla “sberla” finale che arriverà con la scoperta della verità . La commedia è portata in scena dall’Associazione culturale Abbrazzamuni, costituita dopo il lockdown, che ha continuato a credere nel progetto teatrale del “Teatro della sberla” provando anche su piattaforme online durante le fasi più difficili della pandemia che impedivano gli incontri in presenza. In scena Carmelisa Puglisi, Emanuela Cutuli, Letizia Puglisi, Federica Sportelli, Andrea Bianco, Francesco Meli, Vera Mirabella, Elena Silvia Marino, Salvatore Germana, Filippo Valle e Sebastiano Musmeci. Speciale partecipazione di Melo Zuccaro , personaggio noto nella cultura tradizionale catanese Presenta lo spumeggiante Giuseppe D’Antoni.Scene di Davide Balsamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *