Lun. Mag 23rd, 2022
Print Friendly, PDF & Email

Buongiorno a tutti voi carissimi seguaci ed amanti della lingua e della grammatica italiana. Buona Domenica e bentrovati. Questa mattina mi sono detta tra me e me, se corro non perderò il treno per arrivare a lavoro. Poi ho riflettuto ed ho ridetto tra me e me, se correrò, non perderò il treno per giungere a lavoro. Ancora una volta mi sono ripetuta dicendo a bassa voce, se corro, non perdo di certo il treno per arrivare a lavoro puntuale. Come potete ben vedere sono tre forme che rappresentano il periodo ipotetico di primo tipo ossia della realtà. Tutte e tre le forme sono corrette poiché la realtà è esprimibile con presente e presente Indicativo presente e futuro semplice Indicativo e futuro semplice e futuro semplice Indicativo. Ovvio che le concordanze diano legate tra loro da se ipotetico che media tra frase principale e subordinata. Al se vi sono altre possibilità congiuntive che abbiamo già approfondito settimane fa. La realtà ipotetica è dunque qualcosa che esiste e si manifesta senza dubbi, ipotesi e possibilità; esiste ed è una situazione assolutamente reale. Grazie per l’ attenzione verso questa regola importante ed arrivederci alla prossima settimana. Ciao e felice weekend.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.