Dom. Mag 29th, 2022
Print Friendly, PDF & Email

Dopo tre sconfitte consecutive la Passalacqua Ragusa torna alla vittoria, battendo in modo netto il San Martino di Lupari, con i primi due quarti da dimenticare e un terzo giocato da protagonisti.

I primi minuti sono equilibrati con le due squadre che segnano a ripetizione. Poi qualcosa nei meccanismi dei due quintetti si inceppa. Ma non sono le difese ad avere la meglio sugli attacchi: sono le giocatrici delle due squadre a non riuscire proprio a segnare. Anche i canestri più banali. Il primo quarto si chiude su un inusuale 12-15.

Il secondo non è che vada tanto meglio. Un po’ meglio, in effetti, ma gli errori si susseguono. Si va così al riposo lungo sul 32 pari.

A rientro sul parquet le ragusane hanno un altro piglio, sono più decise e meno pasticcione. E se è vero che la fortuna aiuta gli audaci, oggi ne abbiamo avuto la prova: i palloni tirati a canestro dalle iblee entravano tutti, anche quelli più difficili. Le venete invece continuano a non segnare, così, un po’ alla volta, il divario tra le due squadre si allarga. Fino a raggiungere i 22 punti di vantaggio a 44 secondi dalla terza sirena. Il quarto si chiude sul 60-40 con un parziale di 28-8.

L’ultimo quarto è giocato in controllo dalle ragusane, anche perché le ospiti continuano a non segnare con continuità. Coach Recupido pensa anche ai prossimi incontri, martedì arriva Broni e domenica Faenza, e dà minutaggio alle ragazze che normalmente giocano meno.

La partita si chiude sul 78-58, tra gli applausi dei pochi presenti al PalaMinardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.