Dom. Mag 22nd, 2022
Print Friendly, PDF & Email

Non sono bastate 14 giornate per stabilire chi è la più bella del reame. E così, dopo una stagione dominata, la terza in classifica è distante ben 9 punti, Futsal Ragusa e Meta Catania hanno avuto bisogno di uno spareggio per decidere chi conquisterà il diritto a giocare, l’anno prossimo, in serie A2.

Domani, domenica 3 aprile, sul neutro di Augusta, il campo della disfida sarà il PalaJonio di via Buozzi, fischio d’inizio fissato per le ore 17, ragusane e catanesi dovranno dare il massimo, e sperare che anche un pizzico di fortuna le assista, perché una stagione che già si può definire ottima diventi eccezionale.

Il percorso grazie al quale le due squadre sono arrivate a questo spareggio è speculare: 11 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta per parte, quindi nessuna delle due compagine parte con i favori del pronostico. Se ci trovassimo di fronte a un incontro di boxe, allora probabilmente la vittoria sarebbe stata assegnata, ai punti, alle iblee, forti dei loro 61 gol fatti e solo 17 subiti (le catanesi ne hanno segnati 52 e subiti 25) e dei 4 su 6 punti disponibile negli scontri diretti (vittoria per 3-0 in casa, pareggio per 3-3 a Catania). Ma domani si giocherà a calcio, e quindi questi ragionamenti valgono zero.

Quello che conta, nei 60 minuti regolamentari, ed eventualmente se fosse necessario nei 10 supplementari, sarà fare almeno un gol in più delle avversarie. E se 70 minuti non dovessero bastare si ricorrerà ai calci dal dischetto.

Purtroppo il PalaJonio non è omologato per accogliere gli spettatori e di conseguenza la gara si disputerà a porte chiuse e in assenza di pubblico. Saranno ammesse al palazzetto solo le giocatrici e i rispettivi staff.

Per le ragazze di mister Marino, però, le partite importanti non finiranno domani intorno alle 18. Mercoledì saranno chiamate ad un altro importante appuntamento: la gara di andata dei quarti di finale di Coppa Italia. Al PalaParisi, infatti, arriveranno le salentine del Levante Caprarica. Fischio d’inizio alle ore 19.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.