Dom. Mag 22nd, 2022
Print Friendly, PDF & Email

A pochi mesi dall’ultima edizione di cui vi abbiamo ampiamente parlato, si aprirà Giovedì 19 Maggio la XXXIV edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino.

Sarà un’edizione importante, in cui il tema è stato trovato in “Cuori selvaggi“, un fil rouge che accompagnerà gli appuntamenti, le conversazioni, gli spettacoli, le letture e i concerti.
In questi tempi inquieti, in cui si mescolano turbolenze e speranze, il Salone del Libro invita la sua comunità di lettori e lettrici a correre selvaggiamente verso un orizzonte fatto di sentieri ancora non battuti e di sconfinata libertà.

Le porte si apriranno con la lectio inaugurale dello scrittore indiano Amitav Ghosh, in collaborazione con Neri Pozza mentre, in contemporanea, si terrà l’inaugurazione del Bookstock, lo spazio dedicato ai giovani lettori, con l’intervento di Maria Falcone, che racconterà agli studenti le battaglie e il lascito morale del fratello Giovanni a 30 anni dal suo assassinio.

Dopo il successo dell’edizione di Ottobre, il Salone torna con un ampliamento degli spazi di 10 mila metri quadri, che portano a 110 mila i metri quadri complessivi della superficie espositiva, con alcune importanti novità tra cui troveremo la Casa della Pace: uno spazio fisico dedicato al dialogo, all’incontro,
all’informazione sulle iniziative di solidarietà del territorio e al racconto di esperienze virtuose, in cui ONG, reti solidali, soggetti del terzo settore impegnati a diverso titolo sull’emergenza in Ucraina potranno condividere con i visitatori esperienze e storie.

Immancabili anche in questa edizione i numerosi autori e autrici provenienti da tutto il mondo che hanno scelto di raggiungere Torino per raccontare le loro storie: tra questi citiamo Miranda Cowley Heller con “Il palazzo di carta“, Joël Dicker col “Il caso Alaska Sanders” o Cristina Morales con “Ultime sere con Teresa d’Avila” non dimenticando i grandi autori e autrici nostrani come Daria Bignardi, Maurizio De Giovanni, Erri De Luca, Beppe Severgnini e Pierfrancesco Diliberto in arte Pif.

Importante collaborazione del Salone con il Ministero dell’Istruzione che sigla un’intesa che ha come obiettivi la promozione della lettura, la partecipazione delle istituzioni scolastiche e azioni di formazione per i docenti. Saranno presenti per tutti e cinque i giorni del Salone 54 dirigenti e docenti referenti delle 18 scuole polo, che saranno coinvolti in un programma di workshop a loro dedicato oltre agli incontri in programma per educare alla lettura.

Tante attività in programma quindi, che coinvolgeranno tutti i partecipanti in tutti i giorni di questa nuova sfida degli organizzatori.
Il programma completo e dettagliato sarà disponibile nelle prossime settimane, mentre sono già disponibili i biglietti sul sito salonelibro.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.