Sab. Ott 1st, 2022
Print Friendly, PDF & Email

A Zafferana Etnea, “Radice Poesia” presenta “Scienza d’amore” di Marilina Giaquinta

Lunedì 8 agosto ore 18.30 Parco Comunale

Il periodico culturale l’Estroverso, fondato e diretto da Grazia Calanna, presenta un nuovo appuntamento con “Radice poesia”, incontri letterari in collaborazione con l’associazione culturale Mindart, presieduta da Laura Cavallaro. L’incontro (ingresso libero) si terrà il prossimo lunedì, 8 agosto, ore 18.30, nel Parco Comunale di Zafferana Etnea (piazzale Palazzina Liberty) con la magnifica “poetazza” (come ama definirsi) Marilina Giaquinta con la quale, la giornalista Grazia Calanna insieme allo scrittore e critico letterario Orazio Caruso, presenterà il volume “Scienza D’amore”. Per un “accompagnamento” musicale ci sarà l’imperdibile (o imprevedibile) Dario Matteo Gargano. L’evento nasce in collaborazione con il Lions Club Zafferana Etnea fautore di una bellissima proposta d’amore (un segnalibro appositamente creato per l’occasione) i cui proventi saranno destinati ai bambini e alle famiglie bisognose del territorio; interverranno Aurora Gambino (Presidente Lions Club Zafferana Etnea) e Graziella Torrisi (Tesoriere Lions Club Zafferana Etnea. Aprirà l’appuntamento culturale l’assessore alla P.I. Cettina Coco.

Nota biografica Marilina Giaquinta

Catanese di nascita e di vita, laureata in Giurisprudenza e in Scienze della P.A., è dirigente superiore della Polizia di Stato in quiescenza. Dopo aver collaborato, come borsista, con il professore Massimo D’Antona, allora titolare della cattedra di Diritto del Lavoro, ha superato il concorso per Commissario, occupandosi, per più di venti anni, di immigrazione, dirigendo i servizi degli sbarchi lunghe le coste etnee (tra questi, i 918 curdi della nave “Monica”) e dirigendo, da ultimo, i servizi disposti in occasione dell’arrivo al Porto di Catania delle navi con a bordo gli immigrati salvati da naufragio al largo delle coste libiche. Ha tenuto corsi e conferenze in materia di immigrazione, anche in sedi universitarie. Per meriti di servizio le è stata conferita dapprima l’onorificenza di Cavaliere della Repubblica e poi di Ufficiale della Repubblica ed è stata altresì insignita del Premio Livatino. Ha partecipato al progetto della Fondazione Treccani, tenendo laboratori di poesia per i ragazzi dell’Istituto Penale per Minorenni di Acireale.

Pur essendo la scrittura una passione risalente, ha cominciato a pubblicare solo nel 2014, esordendo con una raccolta di poesie. Da allora, ha pubblicato sei libri, tre raccolte di poesia, due di racconti (l’ultima delle quali, “Malanotte”, è stata tradotta in Germania ed è apparsa nella classifica di qualità de “La lettura” del Corriere della Sera) e un romanzo. Ha partecipato a diverse antologie con poesie e con racconti. Ha collaborato con il magazine del quotidiano La Sicilia, tenendo rubriche di racconti, e ha condotto programmi radiofonici sulla poesia e la letteratura. Sue poesie sono state pubblicate sulle riviste “Dedalus”, “Achab”, “Frequenze Poetiche”, “il Verri”, “L’immaginazione” e nella rubrica “La bottega della poesia” del quotidiano “la Repubblica”. Nel corso degli anni è stata invitata a interpretare performance poetiche in giro per l’Italia, accompagnata da musicisti jazz.

Annovera diverse pubblicazioni su riviste letterarie e tiene una rubrica di recensioni dal titolo “Salti quantici” sulla rivista “L’Estroverso”. Marilina Giaquinta nel 2020 ha vinto il premio Anna Maria Ortese per la poesia inedita.

Nel 2021 ha vinto:

– il premio Vittoria Aganoor Pompilj nell’ambito del Festival delle Corrispondenze,

– il premio Nabokov per la poesia edita,

– il premio Antica Pyrgos per la poesia inedita,

– il premio “Città di Sarzana” per la poesia inedita e per il romanzo edito.

Si è classificata terza al premio Sygla ed è stata finalista per la poesia inedita al premio Zeno.

Nel 2022:

– si è classificata seconda al Premio Città di Siena per la silloge inedita,

– ha ricevuto il premio speciale della giuria al Premio Samnium,

– ha ricevuto la menzione d’onore della giuria al Premio Napoli Cultural Classic per il monologo teatrale.

In atto è finalista al Premio Xenia Book Fair per la silloge inedita, del Premio TreColori-InventaUnFilm per il racconto breve ed è stata selezionata per la raccolta edita al Premio Bologna in Lettere.

Ha fatto parte della giuria del premio “Ercole Patti”, del premio Jacopo da Lentini, del premio Qulture per la poesia e del premio “Sygla” per la poesia.

Fa parte del comitato organizzativo e della giuria del Premio Nazionale Elio Pagliarani.

Bibliografia:

“Il passo svelto dell’amore”, Il Girasole edizioni (2014) / “L’amore non sta in piedi”, Melino Nerella edizioni (2015) / “Malanotte”, Coazinzola Press (2017) / “Stimmen in der Nacht”, Launenweber (2018) / “Addimora”, Manni Editori (2018) / “Non rompere niente” Euno edizioni (2020) / “Scienza d’amore”, Ensemble (2022).

Ufficio stampa Mindart

Grazia Calanna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.