Gio. Dic 8th, 2022
Print Friendly, PDF & Email

Se stai progettando la tua nuova casa e hai a disposizione uno spazio esterno da arredare è importante prestare attenzione a ogni dettaglio e dedicare la stessa cura che si riserva agli ambienti interni.

Il giardino, infatti, è il primo biglietto da visita della casa, quello in cui gli ospiti vengono accolti, ancora prima di solcare la porta d’ingresso.

Un giardino ben curato, quindi, fa certamente da anticamera a una casa altrettanto gradevole, che farà sentire amici e parenti ben accolti nella vostra dimora.

È dunque fondamentale progettare gli spazi, decidere come organizzarli in base alle destinazioni d’uso e alle esigenze della famiglia.

Si può immaginare un’area pranzo, dove allestire una cucina da esterni, un barbecue, tavolo, sedie, magari anche sotto un gazebo, o, ancora un’area conversazione, con divanetti, tavolini, poltrone a dondolo, cuscini, o un’area giochi per bambini.

E ancora stabilire a priori quale e quanto spazio riservare al verde, come accostare i diversi tipi di piante, senza dimenticare i giochi di altezze tra alberi, arbusti e cespugli.

Insomma, anche mettere su un giardino porta il suo bel da fare e richiede una certa cura, specie nei dettagli.

Tante volte, infatti, anche quello che sembra un favoloso giardino ben arredato e di gran gusto, quando il sole tramonta, perde tutto il suo fascino, non risulta funzionale, vivibile e perde di carattere.

Questo accade, generalmente, perché non è stata progettata bene l’illuminazione, per distribuire i punti luce in modo da esaltare ogni angolo, rendere vivibile il giardino anche di sera e conferire maggiore personalità allo spazio esterno.

Seguiamo insieme allora alcuni consigli pratici per progettare il giardino nel migliore dei modi, sfruttando l’illuminazione nella maniera giusta.

Lampadine al posto dei lampioni

Spesso, quando si deve illuminare il giardino di casa si propende per la scelta del classico lampione, dislocato in più punti dell’intera superficie.

Questa scelta, a ben guardare, non è molto valida sia dal punto di vista pratico che estetico. I lampioni, infatti, sono molto ingombranti e possono rappresentare un impedimento fastidioso nelle attività di pulizia e manutenzione del giardino, come tagliare l’erba. Inoltre, per quanto esteticamente accattivanti, non conferiscono personalità all’ambiente esterno.

Meglio, invece, propendere per le lampadine, magari di diverse dimensioni, stili, forme e colori, da posizionare nei diversi ambienti del giardino. Il mercato mette a disposizione molte alternative. Basta dare un’occhiata alle lampadine da giardino Luminalpark, uno tra gli e-commerce leader del settore, ad esempio, per scoprire l’assortimento più in voga del momento e avere già un’idea di cosa è meglio sfruttare per il proprio spazio verde.

Esistono diverse soluzioni, in base all’utilizzo da fare. Si possono acquistare catene luminose da destinare a porticati, incorniciare porte o finestre, distribuire tra gli arbusti o i rami degli alberi, ma anche cascate luminose per racchiudere i gazebi.

In questo modo le luci avranno una funzione decorativa, oltre che pratica, e conferiranno maggiore carattere al proprio giardino.

Valorizzare con i punti luce

Un po’ come accade per gli ambienti interni di un’abitazione anche in quelli esterni le luci svolgono un ruolo importante nella valorizzazione degli spazi. Giocare con i punti luce diventa allora essenziale per creare atmosfere accoglienti e suggestioni visive anche dopo che il sole è tramontato. Si possono quindi illuminare gli alberi dal basso, ma solo se le foglie consentono di far filtrare la luce e creare dei perfetti giochi di chiaro-oscuro, gli arbusti, invece, vanno illuminati dall’alto.

Anche le siepi e i muretti di confine vanno illuminati, meglio se dal basso, in modo da delineare lo spazio in cui muoversi e definire gli ambienti anche con l’utilizzo della luce.

Infine, mai dimenticare di illuminare i viali di ingresso dell’abitazione o la rampa del garage, più per ragioni di sicurezza che solo estetiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *