Dom. Gen 29th, 2023
Print Friendly, PDF & Email

Hanno avuto ufficialmente inizio alle 16:00 di sabato, presso l’auditorio dei giardini iblei, le attività
promosse dal Comando VV.F. di Ragusa a corollario della “Maratona di Ragusa”.
Il convegno organizzato ha visto come relatori il Sindaco di Ragusa in duplice veste anche di ex
atleta, il medico dello sport dott. Iachelli, il Prof. Cignitti dirigente dell’ufficio per le attività sportive del
Corpo nazionale VV.F ed il Comandante VV.F. di Ragusa, ingegnere Barbera.
Gli intervenuti hanno promosso la rilevanza dello sport quale strumento di aggregazione sociale, di
educazione alle regole, di stimolo relazione, di equilibrio e benessere dell’organismo.
Al termine del convegno gli ospiti hanno avuto l’opportunità di seguire un percorso culturale per le
chiese di Ragusa Ibla, “Santissimo Ritrovato”, “Santa Lucia”, “dell’Annunciazione”, guidato dai volontari
dell’associazione di San Giorgio.
La pioggia di ieri non ha fermato nessuno degli oltre 1.000 iscritti alla manifestazione, né gli
organizzatori né i vigili del fuoco che, con veicoli e dotazioni tecniche, hanno supportato l’iniziativa.
Alle 08:00 la partenza da viale Europa dei 210 maratoneti, che hanno percorso i 42 Km, mentre un’ora dopo è stato dato il via ai 704 iscritti alla mezza maratona, di cui 60 vigili del fuoco provenienti da tutta Italia, che hanno gareggiato anche per il campionato italiano VV.F. di mezza maratona Memorial “Angelo Chessari”.
Tutti i partecipanti hanno tagliato il traguardo presso i giardini iblei di Ragusa Ibla, dove il Sindaco,
il Presidente del Consiglio Comunale, l’Assessore allo sport della Città di Ragusa, il Prof. Cignitti e il Comandante VV.F.di Ragusa hanno dato corso alle premiazioni.
Il sinergico impegno profuso dalla Città di Ragusa, dal Comando dei Vigili del Fuoco e soprattutto
dalla associazione “No al doping”, ha prodotto i risultati auspicati, realizzando le premesse per una
riproposizione dell’iniziativa per il prossimo anno, con l’auspicio di legare sempre più lo sport alle bellezze
del territorio ibleo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *